La grande sete

Original soundtrack disponibile sulle principali piattaforme

Per celebrare la Giornata mondiale dell’acqua, istituita dalle Nazioni Unite, lunedì 21 marzo alle 23.15 andrà in onda su Rai 3 La Grande Sete di Piero Badaloni, prodotto da Land Comunicazioni in collaborazione con l’organizzazione di volontariato “Ho avuto sete”. Negli ultimi cento anni il consumo dell’acqua è aumentato di sei volte nel mondo occidentale, ma non nei paesi più poveri, dove l’accesso all’acqua è diventato sempre più un miraggio. Per questo nel 2015 l’ONU ha fatto approvare e firmare dai paesi membri un’agenda con indicati una serie di obiettivi da raggiungere entro il 2030 per arrivare a uno sviluppo sostenibile che non lasci indietro nessuno. Tra gli obiettivi più ambiziosi:  la riduzione della disuguaglianza nell’accesso all’acqua. Nel nord se ne consuma e se ne spreca troppa, anche per l’inquinamento delle fonti idriche; nel sud si rischia di arrivare a guerre fra Stati per assicurarsi quel poco che ne è rimasto. Cosa si sta facendo per evitare catastrofi? Cominciamo con il frenare i danni dei cambiamenti climatici, suggerisce Antonello Pasini, fisico del CNR. Lavoriamo per una gestione integrata delle dighe nei grandi bacini interstatali, propone Stefania Giannini, vicedirettrice generale dell’UNESCO. Ma soprattutto evitiamo che l’acqua diventi un bene finanziario, lancia l’allarme padre Alex Zanotelli, un missionario che di Africa se ne intende.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...